Depressione Reattiva, Depressione maggiore, DisturboDistimicoDisturbo ciclotimicoDisturbo Bipolare.

La Depressione reattiva è caratterizzata da una flessione del tono dell'umore dopo episodi di stress,lutti recenti o cambiamenti nella vita del soggetto;annulla l'entusiasmo e il piacere di vivere ed è accompagnata da profonda tristezza,alterazione dei ritmi naturali del sonno,astenia,mancanza di appetito o eccessiva fame.

La diagnosi di Episodio Depressivo Maggiore si pone quando sussiste una marcata flessione del tono dell'umore accompagnata da una riduzione di piacere o interesse nelle normali attività che prima gratificavano;spesso non si riscontra una causa chiara che spieghi l'episodio depressivo. Sono presenti altri sintomi tra i quali insonnia o ipersonnia,mancanza di energia o faticabilità,mancanza di concentrazione,sentimenti di autosvalutazione e di colpa,ricorrenti pensieri di morte,perdita o aumento di peso.

Il Disturbo Distimico è caratterizzato da una cronica flessione del tono dell'umore che persiste da almeno due anni con almeno due dei seguenti sintomi:sentimenti di disperazione,astenia,bassa autostima,insonnia o ipersonnia,scarso o aumentato appetito,difficoltà di concentrazione.

Il Disturbo ciclotimico è un'alterazione cronica e fluttuante del tono dell'umore in cui si alternano periodi con episodi depressivi ad altri con sintomi ipomaniacali caratterizzati da un tono emotivo ipereccitato tali da creare una compromissione della vita sociale e lavorativa.

Il Disturbo Bipolare secondo il DSM IV (Manuale diagnostico e statistico dei Disturbi mentali) è caratterizzato da uno o più episodi maniacali ai quali si alternano episodi di Depressione Maggiore. Gli episodi maniacali sono caratterizzati da un periodo definito di umore anormalmente e persistentemente elevato,espansivo o irritabile della durata di almeno una settimana durante il quale devono essere presenti almeno tre dei seguenti sintomi: autostima ipertrofica o grandiosità,diminuito bisogno di sonno,maggiore loquacità del solito,fuga delle idee,distraibilità,coinvolgimento in attività ludiche che hanno un alto potenziale di conseguenze dannose. Possono essere presenti deliri e altre manifestazioni psicotiche. L'alterazione del tono dell'umore è tale da causare una grave compromissione nella vita sociale e lavorativa.

L'esperienza depressiva rappresenta quanto di più doloroso una persona possa provare,si perde il  senso della propria vita,è un urlo di dolore non pronunciato che pietrifica ogni azione o movimento. Il depresso non riesce più a contattare se stesso e il mondo.Secondo la Psicoterapia della Gestalt alla base dell'esperienza depressiva c'è uno scacco nella relazione,un fallimento ripetuto nel tentativo di "raggiungere l'altro", ma è anche un fallimento del tentativo di raggiungere se stessi che spesso si accompagna ad una perdita del senso generale della propria vita. Il compito del terapeuta è ridare alla persona la speranza di potere ritrovare " le chiavi perdute della propria anima" ridare voce allo scacco silenzioso e distruttivo che rende ogni giornata un peso intollerabile.

 

Domande Frequenti 


 


 


 

 

 

 

  

Per chiedere informazioni contattami