DISTURBO DEL DESIDERIO   DISTURBO DELL'ECCITAZIONE  DISTURBO DELL'EREZIONEMASCHILE   EIACULAZIONE PRECOCE O RITARDATA    DISTURBO DELL'ORGASMO   DISPAURENIA (DOLORE DURANTE I RAPPORTI SESSUALI)    PARAFILIE  

 

La sessualità rappresenta uno dei possibili modi di fare esperienza di sè e del mondo,aiuta a conoscersi e a riconoscersi nell'esperienza con l'altro.Nelle relazioni sessuali ciascuno porta con sè la sua storia,fatta di convinzioni,emozioni,schemi di comportamento che condizionano il modo di vivere la sessualità anche in assenza di problematiche  cliniche.       I disturbi sessuali sono sempre di più considerati ad eziologia mista, organica e psichica.    IL legame e il confine tra la sfera cognitivo-emozionale e quella somatica è molto sottile poichè il corpo e la mente costituiscono un'unità complessa.Quando è esclusa una causa fisiologica come una disfunzione indotta da sostanze o da effetti collaterali in seguito all'assunzione di farmaci è molto importante riuscire a leggere il significato profondo del problema,inquadrarlo nella storia e nelle relazioni sociali del soggetto ed escludere eventuali altri disturbi psicologici che spesso influiscono sulla sessualità,creando disfunzioni.             Una anamnesi accurata aiuta il terapeuta ad effettuare una diagnosi differenziale e a decidere il trattamento più appropriato che può coinvolgere altri professionisti,prevedere differenti livelli di intervento e non può prescindere da una descrizione e spiegazione dei meccanismi fisiologici coinvolti.

                                       PARAFILIE

ESIBIZIONISMO E VOYEURISMO  SADISMO E MASOCHISMO  FROTTEURISMO  FETICISMO   PEDOFILIA

Il concetto di ciò che può essere considerato deviante nel comportamento sessuale si è modificato non soltanto nel costume sociale ma anche e contemporaneamente nella nosografia psichiatrica; quest'ultima infatti riflette la società che esprime.Le coppie "normali" nella società contemporanea hanno una varietà di comportamenti sessuali e anche il DSM IV (Manuale Statistico e Diagnostico dei Disturbi mentali) definendo Parafilie determinati disturbi sessuali e non "Perversioni"  ha suggerito una restrizione alle situazioni in cui vengono utilizzati oggetti non umani,in cui un effettivo dolore o umiliazione vengono inflitti a sè o al proprio partner e quelle in cui vengono coinvolti adulti non consenzienti o bambini. Esiste un continuum di gravità tra fantasia e azione e pertanto si distinguono le forme "tenui" in cui i soggetti sono turbati dalle loro fantasie parafiliache ma non le mettono in atto, quelle "moderate" in cui c'è la spinta all'azione ma soltanto occasionalmente e poi le forme "gravi" in cui i soggetti mettono ripetutamente in atto le loro spinte parafiliache.Le Parafilie  nel DSM IV vengono diagnosticate come tali quando durano da almeno 6 mesi e creano disagio e compromissione clinicamente significativa nell'area sociale e lavorativa.


ESIBIZIONISMO E VOYEURISMO

L'ESIBIZIONISTA espone pubblicamente i propri genitali a donne e bambine sconosciute,alle volte si masturba, ma normalmente non ci sono tentativi di mettere in atto ulteriori attività sessuali con l'estraneo;IL VOYEURISTA viola la privacy di una donna sconosciuta.

SADISMO E MASOCHISMO

Nel SADISMO per raggiungere la gratificazione sessuale i soggetti hanno bisogno di fantasie o azioni sadiche; nel MASOCHISMO al contrario la gratificazione sessuale si ha soltanto quando si viene umiliati con diverse modalità dal partner.

FROTTEURISMO

I soggetti che hanno questa parafilia toccano o strofinano i propri genitali contro le parti intime di una persona non consenziente. Il comportamento di solito viene messo in atto in posti affollati dove è più facile mimetizzarsi e sottrarsi ad eventuali provvedimenti giudiziari.

FETICISMO

I FETICISTI per raggiungere l'eccitamento sessuale hanno bisogno di usare oggetti inanimati spesso una scarpa o indumenti intimi femminili.

PEDOFILIA

IL PEDOFILO  è colui che per gratificare i suoi desideri sessuali coinvolge bambini, con ovvie conseguenze sia sul piano etico sia su quello prettamente medico e psicologico.I bambini vittime dei pedofili verranno pluritraumatizzati da esperienze di questo tipo e gli effetti potranno essere ancora evidenti a distanza di anni. I soggetti con parafilie difficilmente cercano un trattamento psicologico,la maggior parte vengono in terapia perchè costretti dai familiari oppure perchè hanno una causa giudiziaria pendente; la motivazione personale alla terapia è il primo passo per potere effettuare in percorso di cura; spesso alla base dei disturbi ci sono storie individuali difficili e un tentativo di dare una soluzione erotica ai problemi.

 

 

 

 

 

 

 

Domande Frequenti 


 


 


 

 

 

 

  

Per chiedere informazioni contattami